Accudire un bambino è un lavoro decisamente impegnativo. Devi cullarlo per farlo addormentare, va regolarmente cambiato e quando piange va calmato. Tutte queste cose portano via molto tempo e non esiste una reale alternativa che può aiutarci a rendere il tutto più semplice o veloce. Tuttavia, quando dobbiamo preparare la pappa, c’è qualcosa che può effettivamente aiutarci e ci consente di risparmiare tempo prezioso: il cuocipappa per alimenti!

Cos’è un cuocipappa?

Un cuocipappa è un piccolo robot da cucina progettato per la cottura al vapore e per omogeneizzare gli alimenti. Permette di cucinare in maniera sana e naturale la pappa per il bambino, unendo facilità e velocità in un unico prodotto.

Cuoce a vapore

La cottura degli alimenti avviene direttamente nella vaporiera. Il vapore diretto sugli alimenti preserva i loro principi nutritivi e garantisce igiene e rapidità.

Trita e omogeneizza

Permette di sminuzzare la pappa e omogeneizzarla grazie al mixer dotato di un gruppo di lame. Il cibo viene frullato e omogeneizzato perfettamente senza richiedere ulteriori lavorazioni.

Riscalda e scongela

Infine è possibile scongelare o riscaldare a vapore omogeneizzati e altre pappe precedentemente preparate e surgelate nei contenitori che vengono forniti insieme al cuocipappa.

Se è nostra intenzione preparare personalmente la pappa e gli omogeneizzati per il piccolo, il cuocipappa è decisamente un ottimo investimento. Con il suo meccanismo di cottura al vapore e il frullatore per alimenti, rende il lavoro di preparazione di un omogeneizzato fatto in casa un gioco da ragazzi. Insomma, è la scelta consigliata qualora volessi garantire a tuo figlio un’alimentazione sana, senza l’uso di conservanti aggiunti.

Tuttavia, sappiamo che trovare il cuocipappa più adatto può essere scoraggiante e le molteplici opzioni sul mercato non facilitano la selezione. Oggi esamineremo alcune delle caratteristiche e dei fattori che devi considerare quando acquisti un cuocipappa per bambini e esamineremo alcuni dei migliori prodotti che dovresti prendere in considerazione per assicurarti di ottenere solo il meglio.

Andiamo a cucinare!

Sei alla ricerca del seggiolone per pappa adatto? Guarda la nostra guida su come trovare il seggiolone perfetto

Lo svezzamento e le prime pappe

Intorno ai 6 mesi di vita un bambino inizia lo svezzamento. Questo è un momento fondamentale nel percorso di crescita: si passa da una dieta costituita principalmente da latte ad una serie sempre più variegata di cibi. Alla fine di questo periodo, che durerà fino ai due anni circa, il bambino arriverà a mangiare esattamente quello che mangiamo noi adulti.

L’introduzione dei cibi durante lo svezzamento è un processo graduale necessario per educare il bambino a tutte quelle forme di cibo che saranno alla base della sua alimentazione futura. Viene da sé che va fatto nel miglior modo possibile.

Una delle prime cose che dovrai imparare a preparare è la classica pappa. Solo successivamente potrai introdurre nella sua alimentazione sapori e consistenze più sofisticate per il suo palato, come ad esempio le pastine o le minestre.

La pappa è una preparazione a base di farine particolari, prodotte proprio a questo scopo, mescolate a del brodo a base vegetale e a delle verdure frullate. Il risultato finale sarà una crema a base di cereali semi-liquida che può essere facilmente ingerita e digerita dal bambino.

Per integrare l’alimentazione con qualche nutriente a base proteica, è consigliato aggiungere alla pappa della carne o del pesce opportunamente omogeneizzati, ossia lavorati in modo tale da poter essere facilmente digeriti.

Un omogeneizzato non è altro che un passato tritato finemente come una purea, ovvero reso omogeneo; questo tipo di lavorazione ha due scopi principali: aumenta la superficie esposta agli enzimi digestivi, favorendo una digestione più veloce e permette al bambino di deglutire facilmente gli alimenti lavorati in questo modo.

Come può aiutarti un cuocipappa?

La preparazione di una pappa è tutto sommato abbastanza semplice. Consiste nel mescolare nelle giuste dosi una serie di ingredienti che consistono tipicamente in un po’ di brodo vegetale, verdure e carne – o pesce – frullati ed una spolverata di farina specifica per pappa. Puoi aggiungere un filo d’olio e un po’ di grana o parmigiano.

Per  avere tutto pronto quando ti serve dovresti preparare gli ingredienti per tempo ed attrezzarti per conservarli in maniera adeguata. Per quanto riguarda gli omogeneizzati, potresti acquistarli al supermercato.

Potresti preparare il brodo in casa e tenerlo in frigo per massimo 1 o 2 giorni insieme alle verdure; queste ultime dovrebbero essere frullate con un mixer o un frullatore ad immersione. Invece, per quanto riguarda la carne ed il pesce, potresti usare gli omogeneizzati industriali. Avendo invece tempi di conservazione medio-lunghi, non richiedono particolari attenzioni.

In alternativa, potresti decidere di preparare la pappa di tuo figlio usando sempre prodotti sempre freschi e cucinati al momento. Questa è decisamente una scelta ottima che però richiede una maggiore attenzione e spirito di organizzazione.

Infatti, dovresti attrezzarti per preparare ogni volta il brodo, cuocere la carne al vapore ed assemblare il tutto. Per cucinare al vapore le pietanze è necessaria una pentola sufficientemente grande munita di cestello ed infine hai bisogno di un frullatore o un robot da cucine per tritare e mescolare il tutto.

C’è un modo per rendere questo lavoro più semplice e veloce?

Se non hai molto tempo a disposizione per via del lavoro oppure se non ti senti a tuo agio in cucina tra pentole ed elettrodomestici vari, un cuocipappa può essere realmente un valido aiuto perché racchiude in se tutte le funzionalità necessarie per cuocere al vapore e frullare gli ingredienti necessari per fare una pappa squisita.

Come scegliere un cuocipappa?

Un cuocipappa è un particolare robot da cucina, ideato specificatamente per la preparazione delle pappe per bambini. Le funzionalità che deve necessariamente avere sono due: cucinare al vapore e frullare.

Nel corso del tempo si sono aggiunti modelli più evoluti – ed anche più costosi – con le funzionalità più svariate. Alcune di queste hanno una loro utilità, altre invece possono essere trascurate.

Quali sono le caratteristiche che devi valutare quando sei alla ricerca di un cuocipappa?

Preparazioni

Come ripetuto più volte, lo scopo principale di un cuocipappa consiste nell’aiutarvi durante la preparazione di una pappa. Per fare questo un prodotto di qualità deve garantire almeno due funzioni base.

Cottura al vapore

La prima è la cottura al vapore di tutte le pietanze come verdura, pesce o carne.

La vaporiera dovrà essere dotata di un cestello in cui potrai disporre la pietanza da cucinare al vapore; inoltre, dovrà avere un contenitore che servirà a raccogliere l’acqua di cottura degli alimenti, ricca di sostanze nutritive di grande importanza, che successivamente potrai utilizzare per la preparazione della pappa.

I modelli più avanzati permettono di scegliere tra diversi livelli di calore in funzione della pietanza che si sta preparando. Inoltre potrebbero disporre di un comodo timer che ti consentirebbe di impostare la durata della cottura con relativo allarme acustico al termine della preparazione.

Frullatore

La seconda funzione indispensabile in un cuocipappa è il frullatore.

Nei modelli più semplici e compatti c’è un unico contenitore che serve sia per cuocere al vapore che per frullare. Alla fine della cottura sarà necessario togliere il cestello, inserire le lame per frullare e capovolgere il cibo cotto al vapore direttamente nel contenitore. Questa soluzione è molto pratica perché evita di dover sporcare più contenitori del necessario e permette di ottenere un omogeneizzato che non ha perso nulla delle sostanze nutritive presenti nei cibi.

Non aspettarti che il frullatore sia molto potente o adatto a fare preparazioni al di fuori di quelle previste, ovvero cibi cotti al vapore e frullati insieme al loro liquido di cottura. Tipicamente i cuocipappa sono dotati di un frullatore con due lame, progettate per evitare che si formino bolle d’aria all’interno della pappa. Anche se potrebbe sembrare poco, è più che sufficiente per svolgere esattamente il compito per i quali sono progettati.

Il consiglio furbo: se pensi che l’acqua di cottura sia troppa e vuoi toglierla dal contenitore, non buttarla ma mettila in una tazza. Così facendo potrai utilizzarla per scaldare o ammorbidire la pappa se diventa fredda o troppo solida.

Altri modelli più avanzati hanno due contenitori distinti, uno per cuocere ed uno per frullare. Questa configurazione è comoda se vuoi avere maggior controllo sulle quantità di acqua di cottura presente nella pappa; questa soluzione può essere sicuramente utile ma non pensiamo sia indispensabile, a meno che non siano presenti altre funzionalità come la possibilità di scaldare il biberon o di sterilizzare. Se così fosse avremmo in un unico elettrodomestico compatto non solo un cuocipappa, ma anche uno sterilizzatore ed uno scaldabiberon.

Sicurezza

Come per qualunque altro prodotto per l’infanzia, anche un cuocipappa deve essere progettato per garantirne la sicurezza di utilizzo. A tal proposito vanno valutati due aspetti.

Il primo consiste nei materiali utilizzati con particolare attenzione nei casi in cui il contenitore è in plastica. Infatti, negli anni recenti è stato scoperto che alcune plastiche, quando vengono sottoposte a riscaldamento, rilasciano delle sostanze potenzialmente pericolose come il bisfenolo-A (chiamato anche BPA).

Il sospetto che una sostanza come il BPA possa essere legata allo sviluppo di alcune patologie dell’apparato produttivo maschile ha portato i maggiori produttori a rilasciare in commercio cuocipappa che usano esclusivamente plastiche sicure, prive di BPA. Per questo motivo fa attenzione alle descrizioni dei prodotti affinché riportino chiaramente l’uso di plastiche certificate, prive di BPA. In alternativa potete scegliere un cuocipappa dotato di contenitore in acciaio inox o in vetro, sicuri al 100%.

Il secondo aspetto che dovete valutare è la presenza di adeguati sistemi di sicurezza e blocco delle lame. Anche se un cuocipappa è usato per la preparazione di pappe, è pur sempre un robot da cucina; ci sono delle lame e getti di vapore che potrebbe causare delle scottature.

Controllate che abbia le adeguate certificazioni e sistemi di sicurezza. In questo senso scegliere una marca nota può essere la scelta giusta perché è tipicamente garanzia di un prodotto testato e certificato.

Controllate infine che sia robusto e durevole. In particolare il contenitore se fatto di plastica o vetro, deve essere infrangibile e resistente agli urti.

Dimensioni ed ingombro

Uno degli aspetti positivi di un cuocipappa è il fatto che ti permette di risparmiare sugli spazi. Anziché dover utilizzare diverse pentole e frullatori, potrai avere in un unico piccolo robot da cucina tutto il necessario per cucinare al vapore e frullare.

Un cuocipappa con dimensioni contenute, che magari si sviluppi in altezza, è sicuramente preferibile qualora tu non abbia un grande ripiano in cucina. In questo modo occuperà meno spazio permettendoti di lavorare più comodamente. Un altro vantaggio è la possibilità di poterlo trasportare o riporre facilmente in una credenza quando non utilizzato.

Per questi motivi è preferibile scegliere un cuocipappa che abbia vaporiera e frullatore in un unico contenitore. Una soluzione semplice e pratica sotto questo punto di vista.

Avere dimensioni contenute non vi permetterà di preparare grandi scorte di pietanze. Tuttavia riteniamo che questo non sia un grave problema dal momento in cui un cuocipappa ci permette di preparare tutto quello che serve in un tempo relativamente breve, senza dover necessariamente controllare a vista la cottura. La presenza di un timer ed eventuali segnali acustici e/o luminosi ti permetterà di dedicarti ad altro durante la preparazione delle pietanze.

Praticità e facilità d’uso

Un cuocipappa di qualità deve essere pratico, ossia deve poter svolgere il proprio compito senza che tu debba costantemente controllarlo. Per questo motivo dovrebbe essere dotato di una serie di funzioni e regolazioni affinché lavori il più possibile autonomamente; in questo modo, mentre lui si occupa di cucinare le pietanze, tu potrai dedicarti al bambino o ad altro.

Ecco le funzioni che riteniamo siano interessanti:

Timer

Ti consente di impostare la durata della cottura. Indubbiamente molto utile perché evita che, a causa di un imprevisto o una disattenzione, il cibo cuocia troppo. In genere questa funzionalità è presente in quasi tutti i modelli di cuocipappa, tranne quelli di fascia molto bassa.

Allarme acustico e/o visivo

Quando sei in casa con il bambino, ti capiterà spesso di dover sbrigare qualche altra faccenda mentre prepari la pappa. Magari devi cambiargli il pannolino oppure giocare con lui. Un allarme acustico e/o visivo ti avvertirà al termine della cottura oppure se per caso l’acqua nel serbatoio della vaporiera è finita.

Arresto automatico

Si tratta di un meccanismo di arresto automatico della cottura. Esso scatta quando l’acqua nel serbatoio è finita oppure quando il timer ha terminato la durata fissata.

Regolazione del vapore

Alcuni modelli più evoluti danno la possibilità di regolare l’intensità del vapore per la cottura dei cibi. Non è una funzionalità indispensabile anche se può avere una certa utilità qualora ci siano pietanze che devono essere cucinate con vapore meno intenso.

Display

Un display LCD ti può aiutare nella regolazione delle impostazioni di cottura come il tempo previsto oppure la regolazione della temperatura.

Accessori

In genere quando acquisti un cuocipappa, riceverai in dotazione una serie di accessori che dipendono in gran parte dalle funzionalità previste.

Controlla la dotazione prevista e verifica se è adatta alle tue esigenze. Tipicamente essa consiste in una serie di cestelli per cuocere tipi di pietanze diverse; potresti trovare dei contenitori o dei vasetti per conservare gli omogeneizzati in eccesso in frigorifero o in congelatore.

Alcuni modelli prevedono diversi tipi di lame da usare a seconda della preparazione che si desidera fare. Molto spesso troverai una spatolina necessaria per svuotare il contenitore usato per frullare.

Se il cuocipappa può funzionare come scaldabiberon, potrai trovare dei supporti per le bottigliette e per i vasetti di omogeneizzato.

Quando prendi in considerazione l’acquisto di un particolare cuocipappa non valutare solo il prodotto ma anche tutti questi accessori; qualora tu abbia bisogno di qualcosa non incluso, dovrai acquistarlo separatamente sostenendo una spesa aggiuntiva non indifferente rispetto a quando vengono forniti in dotazione.

 

Babymoov Nutribaby PLUS – Robot da cucina multifunzione

CONTROLLA IL PREZZO

 

In assoluto uno dei migliori prodotti attualmente presenti sul mercato. In un unico elettrodomestico avrai a disposizione 5 diversi apparecchi: scaldabiberon, sterilizzatore, cuoci-vapore,frullatore, scongelatore.

Questo cuocipappa cuoce le pietanze al vapore, con la possibilità di prepararne grandi quantità, anche di due pietanze diverse contemporaneamente, grazie alla struttura della vaporiera con due ampi cestelli di cottura sovrapponibili. La capacità complessiva è di 2200 ml (1500 ml per la funzione cottura, 700 ml per la funzione frullatore)

Provvisto di una console centrale tattile, mette a tua disposizione 10 diversi programmi automatici. Anche se sembra complesso, di fatto non lo è perché ogni pulsante avvia uno specifico programma di cottura.

Con una discreta potenza da 750 watt ha funzionalità molto simili a quelle di un robot da cucina, perché oltre a omogeneizzare scalda e sterilizza biberon, cuoce a vapore e frulla contemporaneamente.

Altri punti di forza sono la possibilità di preparare contemporaneamente due pietanze separate, e lo sterilizzatore che contiene fino a tre biberon da 18 cm o 6 vasetti per gli omogeneizzati.

La cottura a vapore offre buoni risultati anche su tagli di carne come il manzo. Qualche accortezza richiede l’utilizzo del frullatore, da usare in abbinamento a medie quantità di liquido per evitare fuoriuscite e ottenere omogeneizzati uniformi.

Il prodotto non delude sul fronte della sicurezza perché tutti i componenti sono in Tritan, propilene alimentare e privi di bisfenolo-A. Comodo anche il segnale visivo e sonoro che avverte del fine ciclo, del livello dell’acqua insufficiente o del collegamento errato.