Lo svezzamento è un momento cruciale nello sviluppo di qualsiasi bambino. Un omogeneizzatore per alimenti può aiutare tutti quei genitori che vogliono controllare nella maniera più completa possibile quello che mangiano i propri figli. Infatti, grazie a questo elettrodomestico è possibile preparare in casa i cibi omogeneizzati, necessari per garantire la corretta alimentazione del neonato.

Il miglior Omogeneizzatore per Pappa

Poiché ci sono molti prodotti disponibili sul mercato e scegliere quello migliore dipende dalla qualità di costruzione, dal funzionamento efficace, dall’accessibilità economica e da vari altri fattori, ecco perché abbiamo fatto un elenco dei prodotti più votati in base alle loro recensioni positive e all’ottimo funzionamento. Diamo un’occhiata alla nostra migliore selezione di questo elenco “Cuisinart BFM-1000 Macchina per alimenti per bambini e scaldabiberon” e scopriremo sicuramente diversi altri fattori.

Omogeneizzatore Avent SCF883/01 EasyPappa Plus 4 in 1

Philips Avent EasyPappa Plus 4 in 1 Cuocipappa Multifunzione

CONTROLLA PREZZO AMAZON

 

  • Rivoluzionario design 4 in 1: cuoci a vapore, frulla, scongela e riscalda le pappe fatte in casa
  • Più pasti insieme: cuoci fino a quattro pasti contemporaneamente nel vaso da 1000 ml
  • Facile da pulire: vaso e lama lavabili in lavastoviglie e serbatoio dell’acqua facilmente accessibile
  • Ricette gustose e nutrienti: gustose ricette per lo svezzamento della nutrizionista Emma Williams
  • Prepara i pasti del tuo bimbo ad ogni stadio della sua crescita: dalle pappe omogeneizzate a quelle più consistenti, per ogni fase dello svezzamento
  • 0% BPA* (*Tutte le parti che entrano in contatto con alimenti ed acqua sono realizzate con materiali privi di BPA per un uso sicuro. I risultati dei test sono stati forniti da un laboratorio indipendente.)

Omogeneizzatore Chicco Easy Meal

Chicco Cuocipappa Easy Meal, Cottura a Vapore e Omogenizzatore

CONTROLLA PREZZO AMAZON

 

  • Funzioni di un cuocipappa tradizionale: omogeneizza, frulla, trita, riscalda e scongela
  • Cottura a vapore con facile aggiunta di acqua, che aiuta a preservare i principi nutritivi degli alimenti
  • Cottura 360°: la forma del cestello favorisce un’omogenea distribuzione del vapore che avvolge il cibo per una cottura rapida e ottimale
  • Sistema Switch per controllare la cottura degli ingredienti, ribaltarli e frullarli in un lampo
  • Boccale multi-porzione per preparare più pappe contemporaneamente: cestello di cottura da 550 ml e boccale da 1000 ml

 

Omogeneizzatore Imetec Bimbo HM3

Imetec Bimbo HM3 Omogeneizzatore

CONTROLLA PREZZO AMAZON

 

  • Omogeneizzatore per omogeneizzati freschi e vellutati
  • 2 vasetti salva freschezza in vetro da 130 ml
  • Lame acciaio inox
  • Funzionamento a impulsi
  • Contenitore graduato da 400 ml

 

Lo svezzamento, le prime pappe e gli omogeneizzati

Intorno ai 6 mesi vita l’alimentazione del bambino inizia a cambiare. Si passa da una dieta costituita principalmente da latte ai primi cibi solidi come la frutta e le prime pappe. Alla fine di questo periodo, che durerà fino ai due anni circa, il bambino mangerà più o meno qualsiasi tipo di alimento.

La pappa, alla base dello svezzamento, è una preparazione a base di farine specifiche per l’alimentazione del neonato, mescolate a del brodo a base vegetale e a delle verdure frullate. Il risultato finale sarà una crema a base di cereali semi-liquida che può essere facilmente ingerita e digerita dal bambino.

Per integrare l’alimentazione con qualche nutriente a base proteica, è consigliato aggiungere alla pappa della carne o del pesce opportunamente omogeneizzati, ossia lavorati in modo tale da poter essere facilmente digeriti.

Un omogeneizzato non è altro che un passato tritato finemente come una purea, ovvero reso omogeneo; questo tipo di lavorazione ha due scopi principali: aumenta la superficie esposta agli enzimi digestivi, favorendo una digestione migliore e permette al bambino di deglutire facilmente gli alimenti lavorati in questo modo.

A cosa serve un omogeneizzatore

Gli omogeneizzati pronti che trovate al supermercato sono sicuramente una soluzione ottima quando non avete  il tempo di preparare la pappa con carne e verdura freschi. Sono prodotti certificati di qualità e hanno il vantaggio di poter essere conservati a lungo e di poter essere utilizzati per la pappa così come sono.

Tuttavia, molti genitori preferiscono preparare direttamente in casa gli omogeneizzati di carne e verdura, che poi saranno usati nella preparazione della pappa, grazie ad un omogeneizzatore. I motivi di questa scelta sono principalmente due. Da un lato c’è il desiderio di voler controllare l’alimentazione del neonato fin dalla scelta delle materie prime utilizzate, dall’altro permette di risparmiare notevolmente sull’acquisto di omogeneizzati pronti che, con il tempo, possono diventare una spesa importante.

Infatti, a fronte di un investimento iniziale per l’acquisto di un piccolo elettrodomestico come un omogeneizzatore, non avrete più la necessità di acquistare scorte di omogeneizzati. Avrete bisogno solo di prodotti freschi, sicuramente più economici e dalla qualità maggiore perché privi di conservanti e altre sostanze.

Come fare gli omogeneizzati

Preparare un omogeneizzato è davvero una cosa semplicissima grazie ad un omogeneizzatore. Se volete, potete anche creare la vostra piccola scorta di omogeneizzati, opportunamente conservati in sottovuoto o in freezer.

Prima di tutto dovete recuperare la materia prima. Se l’omogeneizzatore che avete non cuoce al vapore potete cuocere gli alimenti con una vaporiera oppure con il classico metodo a bagnomaria. L’importante è che non buttiate i succhi che si creano perché serviranno quando frulleremo il tutto per rendere il prodotto finito più morbido e semi-liquido.

Mettete la carne, il pesce, le verdure o la frutta (sbucciata ovviamente) a piccoli pezzettini del cestello e mettete a cuocere nella pentola per 20/25 minuti circa.

Una volta che gli alimenti sono cotti, trasferite il tutto nell’omogeneizzatore unendo qualche cucchiaio di brodo vegetale (o acqua per la frutta) e iniziate a frullare facendo diventare il composto omogeneo. Se necessario unite ancora brodo o acqua, la consistenza deve essere cremosa senza grumi.

Il sottovuoto è un buon metodo per la conservazione a medio termine degli omogeneizzati di carne, frutta o verdura fatti in casa. Mettete il composto ancora caldo nei barattolini (che avrete fatto bollire per 10 minuti per sterilizzarli), chiudeteli e capovolgeteli. Fateli raffreddare a temperatura ambiente. Conservateli in frigo o in freezer e utilizzateli quando preferite.

Se si vuole più sicurezza nella conservazione è meglio sottoporli a pastorizzazione. Per la pastorizzazione è sufficiente far bollire in acqua i barattolini già pieni e chiusi per circa venti minuti e poi metterli normalmente a raffreddare capovolti.

Omogeneizzatore o cuocipappa?

Spesso si pensa che cuocipappa e omogeneizzatore siano la stessa cosa. In realtà non proprio così. Quali sono le differenze tra questi due elettrodomestici?

Il cuocipappa è un attrezzo più completo per la preparazione di pappe e omogeneizzati per bambini; infatti permette di cuocere il cibo al suo interno e in seguito provvede anche a frullarlo e quindi a renderlo un omogeneizzato adatto allo svezzamento del bambino.

Invece, un omogeneizzatore è uno strumento diverso: viene usato solo per trasformare alimenti già cotti in omogeneizzati. A differenza del cuocipappa, che provvede anche a cuocere gli alimenti inseriti al suo interno, l’omogeneizzatore serve a trasformarli in cibi omogeneizzati che saranno adatti alle capacità del bambino.

Quindi un cuocipappa di norma ha anche una funzione di omogeneizzatore.

A questo punto, quale prodotto acquistare? Dipende ovviamente dalle vostre esigenze. Se avete già una vaporiera, acquistare un cuocipappa potrebbe non essere necessario.

Se invece desiderate fare un investimento in un piccolo elettrodomestico da utilizzare per tutta la famiglia, allora un cuocipappa potrebbe essere una buona scelta. Tenete conto poi del fatto che un cuocipappa vi permetterebbe di ottimizzare lo spazio e anche gli utensili che dovete poi lavare.

Se d’altra parte avete tempo per cucinare i cibi e avete solo bisogno di un attrezzo che li omogeneizzi, allora un omogeneizzatore andrà benissimo.